Io che prendo il posto del papa e Tina Cipollari

Come sia riuscito a infilare nello stesso sogno, stanotte, io che faccio una sorta di truffa al Vaticano nei confronti dell’intera umanità (ricordo nitidamente i cardinali che mi chiamano animatamente perché è tardi, e devo uscire sul balcone a piazza San Pietro come neo-eletto papa, mentre sono in bagno a travestirmi freneticamente da papa di cui per qualche motivo devo prenderne il posto) e la presenza di Tina Cipollari -ripeto Tina Cipollari- nello stesso Vaticano che aveva anch’essa un qualche ruolo nella truffa, è un indice di quanto meravigliosamente contorta e malata sia la mia mente, anche al livello del subconscio.

Distrattori professionisti

Ma si può sapere adesso che cacchio ce frega delle quote rosa? Da dove sono spuntate fuori?

Hanno creato un altro finto problema per distrarre, mentre stanno per lanciare una nuova legge elettorale (il “pregiudicatellum” di Renzi e Berlusconi) più vergognosa della precedente.

‘cci loro!

La grande vuotezza

A costo di passare per il rompipalle con spirito anti-italiano, dirò che io in questo film “La grande bellezza” di bello non ci ho visto niente. Un vuoto molto ben confezionato e con una bellissima fotografia. Ma, appunto, un vuoto.

Edit: travaglio-la-grande-vuotezzaAnche Travaglio si ispira al mio blog!